Olimpia Matera neutralizza la minaccia Palestrina e conferma l’imbattibilità casalinga

0
114


In un Palasassi sempre più frequentato, l’Olimpia Matera ha superato nella serata di domenica, 23 dicembre – con il punteggio di 76 a 66 – la coriacea Palestrina, giunta nella città dei Sassi con il preciso obiettivo di agganciare i lucani in classifica.
 
A due giornate dal termine della fase di andata del campionato nazionale di Basket – Serie B “Old Wild West” – Girone D, la formazione lucana ha sfoderato una prova di carattere, dimostrando di aver preparato alla perfezione questa sfida tanto attesa quanto temuta. Lo conferma il coach dell’Olimpia, Agostino Origlio: “Non pensavamo di dominare la partita, consapevoli di avere di fronte un avversario temibile ed esperto, c’era il pericolo di giungere agli ultimi momenti di gioco con uno scambio “punto a punto”, visto che Palestrina dispone di giocatori esperti e di carattere; invece quel margine risicato che siamo riusciti a consolidare negli ultimi minuti ci ha permesso di amministrare il vantaggio e gli ultimi possessi con relativa serenità”.


 All’insegna di un sostanziale equilibrio, si sono chiusi i primi tre periodi di gioco: 18 a 21 il primo, 20 a 20 il secondo, e 18 a 13 il terzo, con le squadre pronte a ricacciare i vicendevoli tentativi di allungo (non più di cinque punti), con un atteggiamento guardingo rispetto ai repentagli di deriva del match. Ma, a partire dal terzo minuto dell’ultima frazione di gioco, i ragazzi terribili del Palasassi sono riusciti a inanellare una fortunata serie di break, generando un vantaggio di una decina di punti che, nonostante qualche residua fiammata di Palestrina, ha permesso di assicurarsi un meritato successo.
 
Aggiunge Origlio: “E’ una vittoria importante, conoscevamo bene il livello dei nostri ospiti e ne abbiamo avuto conferma in questa occasione; per questo siamo felici di come sia andata. Dal punto di vista tattico, il gioco in difesa ha rappresentato davvero la nostra arma vincente, non avrei potuto immaginare una sfida di intensità e di livello migliori di questa.  Mantenendo il punteggio basso abbiamo ridotto le opportunità di una squadra che nelle ultime quattro trasferte aveva macinato una media di novantadue punti a partita. Errori ce ne sono stati, ma l’importante era mantenere la lucidità fino all’ultimo momento, e ciò è accaduto”.
 
Tutta la squadra locale ha dato un validissimo contributo per la vittoria: di grande energia è stata la prestazione di Daniele Merletto, autore di 26 punti, seguito da Maurizio Del Testa (14) e Enzo Cena (12) – tutti in doppia cifra, insieme a Matteo De Leone, autore di 11 rimbalzi. Tuttavia, a prescindere dalle prestazioni individuali, i giocatori dell’Olimpia hanno dato dimostrazione di essere una formazione granitica, preparata adeguatamente dal punto di vista tattico e atletico, e certamente orientata ai risultati ambiziosi. Ecco le parole del play materano: “E’ stata una partita particolare. Avevamo bisogno di questa vittoria, ci siamo allenati duramente in questa settimana e, di là dalla prestazione individuale, è stata una grande affermazione di squadra”.
 
Dopo aver liquidato nell’ordine, nei primi quattro incontri di dicembre, Pozzuoli, HSC e Luiss Roma, e infine Palestrina, l’Olimpia riesce – insieme a Salerno – a stare in scia a due punti di distanza dalla capolista Caserta, che incontrerà in trasferta domenica prossima, 30 dicembre. E’ soddisfatto di quest’andamento il direttore generale della società sportiva lucana, Agostino Festa: “La posizione in classifica dell’Olimpia è perfetta per accogliere degnamente l’inizio di un anno che tanto rappresenta per la nostra comunità, un anno di grande visibilità mondiale. Abbiamo visto una grandissima Olimpia contro un ottimo avversario, e abbiamo apprezzato i Blue Brothers che si sono impegnati con il loro supporto; il Palasassi era gremito e le nostre imprese richiamano un numero sempre maggiore di persone. Godiamoci questo momento bellissimo”.
 
Nelle altre partite della tredicesima giornata, vincono in casa soltanto Luiss Roma su IUL Roma (89-70), Salerno su Battipaglia (117-63), e Capo d’Orlando su Palermo (92– 83); una vittoria in trasferta, invece, per Caserta a Catania (77-93), Scauri in casa HSC Roma (60-63), Pozzuoli a Valmontone (64-71), e Reggio Calabria a Napoli (75-78). A seguito di questi risultati, la classifica vede, alle spalle di Caserta (24 punti), Matera e Salerno (22), HSC Roma e Palestrina (18), Luiss (16), Reggio Calabria (15), Scauri (14), IUL Roma (12), Napoli (10), Capo d’Orlando, Palermo e Pozzuoli (8), Valmontone (6), Catania (4) e Battipaglia (0).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here